Primi passi vegan!

Pubblicato : 30/01/2017 11:21:46
Categoria : Alimentazione

Nel nostro articolo Perché Veganabbiamo fornito una breve introduzione sul significato e le motivazioni dell’essere vegan.

Se hai deciso di avvicinarti alla scelta vegan ma stai ancora muovendo i primi passi, sei confuso e ti limiti a “veganizzare” le tue ricette preferite, ti proponiamo dei facili spunti da seguire per sostituire gli ingredienti base di uso comune.
Prendi confidenza con questi sostituti, successivamente verrà più facile scopire nuovi cibi e apprezzare nuove ricette che non conoscevi.

Scopriamoli insieme!

Burro

La margarina vegetale è il surrogato vegetale del burro più conosciuto, tuttavia non rappresenta la scelta migliore dal punto di vista della salute, anche nella versione non idrogenata.
E allora cosa utilizzare?

L'olio extravergine è l'alternativa al burro più utilizzata sia per le preparazioni dolci che salate.
Per quanto riguarda i dolci, se il gusto dell'olio extravergine dovesse risultare troppo forte, può essere sostituito con olio di girasole deodorato o con olio di riso, dal sapore molto più delicato.
L'olio extravergine è perfetto anche per la preparazione di torte salate e per ogni tipo di cottura.

La crema di sesamo, conosciuta come tahin, ha un gusto piuttosto deciso e può essere utilizzata per sostituire il burro nelle ricette salate. E’ anche una valida alternativa da spalmare sul pane insieme alla marmellata. Ottima anche per arricchire le insalate, per mantecare i risotti e per preparare salse e besciamelle. Se il sapore piace, può essere utilizzata anche per preparare dei biscotti.

La crema di mandorle e la crema di nocciole si prestano molto bene a sostituire il burro nella preparazione della pasta frolla e dei biscotti.

Il burro di arachidi può essere utilizzato per sostituire il burro nelle preparazioni sia dolci che salate. Il modo più tradizionale di mangiare il burro di arachidi è sicuramente quello di spalmarlo su pane o fette biscottate ma viene utilizzato anche come ingrediente per torte, muffi­n o biscotti.

La polpa d’avocado, ottenuta frullando il frutto, ha una consistenza che ricorda quella del comune burro e ne consente quindi l’utilizzo soprattutto nella preparazione dei dolci come torte, muffi­n o plumcake. Permette di rendere i dolci molto più leggeri.

Ottime alternative sia per preparazioni dolci che salate sono il burro di cacao, l’olio di cocco o il burro di cocco.
Il burro di cacao viene estratto dalle fave di cacao, è disponibile già porzionato e si scioglie ad una temperatura poco superiore ai 35°.
L’olio di cocco si estrae dal frutto del cocco e si presenta liquido sopra ai 22°/23°, solido sotto tale temperatura.
Il burro di cocco si produce a partire dal latte o dalla farina di cocco e rimane perciò un po’ più solido rispetto all’olio.
Hanno una resa maggiore rispetto al burro, quindi solitamente se ne può utilizzare una quantità inferiore.
Si usano per le preparazioni dolci da forno come biscotti, paste frolle e sfoglia, croissant, prodotti lievitati, masse montate, praline e gelati.
Essendo estremamente resistenti alle alte temperature, sono molto usati anche in cucina per friggere, mantecare e cuocere in padella.

Si tratta comunque soprattutto di una questione di gusti!! Quindi non ti resta che sperimentare e trovare il tuo sostituto preferito.

Latte e yogurt

La bevanda di soia è sicuramente l’alternativa al latte più conosciuta e più di­ffusa.

Non tutti però amano il sapore deciso di questa bevanda e per questo ne esistono versioni aromatizzate alla vaniglia, al cioccolato, al succo d’uva ecc..
La bevanda di riso è naturalmente dolce, privo di glutine, ed è perfetto per la realizzazione di dolci e per la colazione.

La bevanda di avena è da considerare il sostituto per eccellenza poiché il sapore non troppo dolce e non troppo deciso ne consente l’utilizzo sia per preparazioni dolci che per preparazioni salate (es: purè).

Per gli amanti delle mandorle il latte di mandorla è senza dubbio il sostituto ideale.
E’ una bevanda della tradizione italiana specie nelle regioni del sud e soprattutto in Sicilia.
Può essere bevuto al bicchiere, oppure essere utilizzato per realizzare dolci o piatti salati dal gusto esotico. Inoltre, può essere aggiunto nella preparazione di frullati di frutta.

Il sapore di ciascuna bevanda vegetale varia davvero molto da marca a marca, quindi non ti resta che trovare quello più adatto ai tuoi gusti.

Dalle bevande vegetali si ricavano anche i dessert: ottmini alleati per colazioni, merende e spuntini.
In commercio sono ormai reperibili con facilità tanti tipi di dessert vegetali.
I più di­ffusi sono sicuramente quelli a base di soia e riso e sono disponibili in numerosi gusti: al naturale, alla frutta, alla vaniglia, al cioccolato.

PannaPanna e besciamella

La panna può essere facilmente sostituita con tutte le versioni vegetali in commercio.
Le alternative più di­ffuse alla panna da cucina sono a base di riso, soia, mandorle, avena e sono ottime per preparare sughi per la pasta, lasagne al forno ecc..
Non poteva certo mancare la golosa panna da montare o spray già montata.
A base di riso, soia o cocco saranno perfette per preparare dolci, sulla frutta o semplicemente nel caff­è.

La besciamella è un ingrediente base che è possibile fare in casa con estrema facilità, ma quando si è di fretta, ci vengono in aiuto le versioni già pronte a base di soia o di riso, dall’ottima consistenza e cremosità.

Formaggio vegetale

Alternative al formaggio

Contrariamente a ciò che si pensa, oggi esistono davvero tantissime alternative vegetali ai formaggi. Sono ottime alternative anche per le persone allergiche al lattosio.

Il più conosciuto è probabilmente quello a base di riso nella versione stracchino, mozzarella e affumicato. Hanno un gusto piuttosto diverso dai formaggi tradizionali essendo piuttosto delicati. Questo tipo di formaggio non si scioglie e non fila quindi non è adatto per pizza o preparazioni simili.

Esistono poi formaggi vegetali a base di frutta secca che, nonostante fondano abbastanza bene, non filano e per questo è preferibile utilizzarli a crudo o aggiungerli ai piatti caldi per esaltarne il sapore. Hanno un sapore molto deciso e gustoso, nonostante non riproducano esattamente il sapore dei formaggi tradizionali.

I formaggi vegetali a base di cocco sono in assoluto l’alternativa più gustosa e somigliante ai formaggi tradizionali. E’ possibile acquistarli in formato panetto o sottilette in svariati gusti che ricordano alla perfezione il rispettivo formaggio tradizionale (ad esempio mozzarella, scamorza, stagionati tipo parmigiano e pecorino, cheddar ecc..).
Stupiscono sia per il gusto che per l’ottima scioglievolezza! Filano quindi sono ottimi per preparare sia strepitose pizze vegan sia tutte quelle preparazioni nelle quali è necessario un formaggio filante (piadine, toast, ripieni ecc..).
Provali e rimarrai sbalordito!

uova e maionese veganUova e maionese

Le uova possono avere la funzione di facilitare la lievitazione oppure di amalgamare gli ingredienti. Di solito nelle ricette che prevedono l’utilizzo di molte uova (più di 3), la loro funzione è lievitante; in tutti gli altri casi il loro ruolo è legante.

In generale un uovo può essere sostituito, in base alla preparazione con uno di questi ingredienti:
- 2 cucchiai di fecola di patate
- 2 cucchiai di maizena: amido di mais
- 1/2 banana molto matura
- 40 grammi di yogurt di soia
- 2 cucchiai di tofu vellutato
- 2 cucchiai di farina di ceci
- 1 cucchiaio di aceto di mele
- 1 cucchiaio di semi di lino polverizzati e 3 cucchiai d’acqua

Ma se non sai bene quale ingrediente usare esistono anche sostituti già pronti adatti sia per le preparazioni dolci che salate.

Anche la maionese è un ingrediente che è possibile autoprodurre. Chi invece preferisce l’alternativa già pronta può scegliere tra le varianti a base di riso oppure soia.
Entrambe molto gustose esistono nella versione naturale oppure aromatizzate con spezie differenti.

Miele

Miele

Il miele è un ingrediente meno utilizzato rispetto agli ingredienti che abbiamo visto fino a qui.
Ma se ti piaceva consumarlo puoi facilmente sostituirlo con la melassa non raffinata di zucchero di canna, con il malto (riso, orzo ecc..) o con gli sciroppi (agave, acero ecc..) solitamente più indicati anche a tutte le persone che hanno necessità di mantenere sotto controllo la glicemia.

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter e potrai ricevere periodicamente informazioni di questo tipo

Per la tua sicurezza e tranquillità ti ricordiamo che i tuoi dati non saranno MAI ceduti ad altri e potrai cancellarti in qualsiasi momento dall'apposito link all'interno della newsletter
Iscrizione CuoreVegano

Post citati nell'articolo

Condividi questo articolo

You must be register

Clic here to register

Add a comment

Cerca sul blog

Accept Site use cookies