La strada per il Paradiso passa attraverso una teiera

Pubblicato : 25/03/2016 12:37:02
Categoria : Alimentazione

"Vuoi che partiamo subito per la nostra avventura”, domandò Peter Pan, “o preferisci prendere il tè?”.
“Prima il tè”,
rispose Wendy.

Sugli scaffali dei negozi, quando si cerca un tè per la colazione o per il pomeriggio, l’offerta che generalmente si trova è così vasta che si finisce per scegliere più per abitudine che per conoscenza del prodotto.
Ci sono tè aromatizzati, senza teina, rosso, verde, bianco e nero.

Ma poi si dirà tè, the, thè o tea???
Smarchiamo subito il problema del nome dicendo che in Italia tè, the e thè sono ugualmente corrette anche se “Tè” è forse la più utilizzata. “Tea” è la forma inglese e spesso infatti si vede sulle confezioni di Tè inglese, probabilmente per rimarcare la provenienza.

Quali sono le tipologie di Tè che possiamo trovare?

Tè nero

tè nero

E’ la varietà più diffusa al mondo ed è il preferito dagli inglesi che, in fatto di tè, vantano una grande tradizione derivante dal periodo coloniale in India. Il tè nero è un tipo di tè composto dalle foglie della stessa pianta del tè verde. Ciò che li differenzia è il processo di lavorazione delle foglie. Le foglie verdi di tè assumono un colore scuro per via dei processi di fermentazione a cui vengono sottoposte, attraverso un contatto con l'ossigeno che si prolunga per alcune ore.
E’ ricco di antiossidanti, ha funzioni astringenti e limita il colesterolo cattivo. Per contro, è il tè col più alto contenuto di teina (o caffeina) che, oltre ad avere effetti eccitanti, limita l’assorbimento del ferro.

Tè verde

tè verde

Il tè verde è molto più di una semplice bevanda. Di origine cinese può essere considerato come un vero e proprio medicinale naturale. Le popolazioni del Giappone lo sanno bene e, da secoli, lo utilizzano per via delle sue proprietà benefiche. E’ ricco di antiossidanti, è un antibatterico e contribuisce a regolare i livelli di colesterolo nel sangue. Sembra aiuti anche a ridurre l'assorbimento dei grassi introdotti con l'alimentazione. Il quantitativo di teina è quasi nullo.
Se il tè Bancha è il tè meno rinomato tra i te verdi, il Sencha è il più comune tra i tè giapponesi: rappresenta quasi l’80% della produzione nazionale di tè ed è di gran lunga il più apprezzato dagli abitanti stessi.

tè matcha

Il tè Matcha è invece il più pregiato tra i tè verdi ed è usato principalmente in Giappone nella tradizionale “cerimonia del tè”. Ce ne sono due tipi, il koicha (spesso) che proviene da piante di età superiore a 30 anni, e l'usucha (sottile) che proviene da piante di età inferiore ai 30 anni.

Tè bianco

tè bianco

E’ una varietà di tè parzialmente ossidato, coltivato e raccolto principalmente in Cina. La sua lavorazione non prevede alcun tipo di fermentazione, ma soltanto l’appassimento seguito dall’essiccamento all’aria. Proprio questa quasi totale assenza di lavorazioni permette al tè bianco non solo di assumere un gusto particolare e delicatissimo, ma anche di conservare i suoi principi nutrizionali e le sue benefiche proprietà in misura molto maggiore rispetto alle altre varietà di tè. Il suo nome deriva dal colore dei petali che contornano i suoi germogli ancora chiusi. Come il tè verde contiene pochissima teina, è ricchissimo di antiossidanti e abbassa il colesterolo.

Tè rosso Rooibos

tè rosso rooibos

Il Rooibos è noto anche come tè rosso africano. Il termine rooibos significa “arbusto rosso”. Questa specie vegetale cresce soltanto nella regione del Cederberg in Sudafrica dove è tuttora considerata come la bevanda nazionale. Dall’infusione si ottiene un liquido dal colore rosso ambrato e dal sapore naturalmente dolce. Per gustare a pieno il rooibos bisognerebbe berlo senza zucchero. A differenza del tè nero e verde, il tè Rooibos è completamente privo di caffeina e il contenuto di tannini è basso. Per questo motivo è adatto anche ai bambini, che possono beneficiare dell’assunzione della bevanda in caso di nausea e disturbi allo stomaco e all’intestino per via delle sue proprietà antispasmodiche e digestive. Il suo contenuto di calcio assicura la corretta formazione di denti ed ossa nei più piccoli. Lo zinco agisce invece rafforzando unghie e capelli.


Nel seguente video puoi vedere come preparare il matcha tea

Clicca sull'immagine per vedere il video

video preparazione tè matcha

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter e potrai ricevere periodicamente informazioni di questo tipo

Per la tua sicurezza e tranquillità ti ricordiamo che i tuoi dati non saranno MAI ceduti ad altri e potrai cancellarti in qualsiasi momento dall'apposito link all'interno della newsletter
Iscrizione CuoreVegano

Prodotti trattati nell'articolo

Condividi questo articolo

You must be register

Clic here to register

Add a comment

Cerca sul blog

Accept Site use cookies